Inter - Spezia: 3-0, le pagelle: è subito LuLa, Barella motorino

L’Inter demolisce lo Spezia con un rotondo 3-0. La LuLa è già in piena forma ma Barella strappa l’occhio per una condizione fisica esaltante.

Scritto da Filippo Rivani Farolfi  | 

L’Inter fa il suo esordio casalingo stagionale in un SanSiro gremito e sgretola lo Spezia con un nettissimo 3-0, risultato anche fin troppo stretto per i ragazzi di Inzaghi.

Handanovic: S.V

Letteralmente mai chiamato in causa dagli avversari. Il portiere sloveno vive una serata serena dove l’unica preoccupazione gliela crea DeVrij con un disimpegno impreciso.

DeVrij: 6

Nel primo tempo compie due imprecisioni che regalano, prima un corner, e poi una rimessa laterale in zona avanzata ai liguri. Nel secondo tempo, però, ritrova la consueta precisione e N’Zola non rappresenta mai una minaccia.

Skriniar: 6,5

Non è ancora al top della condizione e si vede, ma rimane pur sempre il solito formidabile difensore. Anche lui contribuisce a rendere la serata di Handanovic totalmente inoperosa.

Bastoni: 6/7

Ottima prestazione all’esordio stagionale dal primo minuto per l’ex difensore dell’Atalanta, impreziosita da un cross al bacio per Lukaku che colpisce, però, la traversa.

Dimarco: 6

Corre tanto e spesso si fa vedere in posizione offensiva dove non perde mai l’occasione per affilare il mancino. Mezzo voto in meno per qualche traversone impreciso che, da uno con le sue doti balistiche, non ti aspetti. In ogni caso, prestazione assolutamente sufficiente.

Dumfries: 6.5

Straripante. Reca non lo tiene mai e l’olandese fa il bello e cattivo tempo. Si sovrappone in continuazione e ha anche parecchie occasioni per trovare la rete ma, complice un Dragowski strepitoso, non riesce a bissare la rete di Lecce.

Brozovic: 6,5

Solita regia ordinata e precisa. Non si scompone mai e non sbaglia un passaggio che sia uno. Anche superfluo aggiungere altro.

Calhanoglu: 6.5

Inizia con l’incognita dell’infortunio alla caviglia rimediato a pochi minuti dall’inizio del match. Il primo tempo è abbastanza anonimo ma nella ripresa, con un tiro in buca d’angolo, segna la rete del 2-0 e mette in discesa la partita.

Barella: 7

È ovunque: un motorino inesauribile, pressa tutti e poi si fa trovare anche in posizione offensiva quando l’Inter attacca. Ha una personalità disarmante e la prova lampante è la rabbia espressa quando Dzeko, nel recupero, non lo serve davanti a Dragowski.

Lautaro Martinez: 6.5

Si muove su tutto il fronte offensivo e dà una mano anche in fase difensiva rompendo spesso le trame di gioco dello Spezia. Inoltre, segna una bellissima rete per sbloccare un match che si stava facendo ingarbugliato. Pecca però in due occasioni di freddezza sciupando davanti al portiere avversario.

Lukaku: 6.5

Ha una voglia matta di segnare nella partita del suo ritorno a casa ma non è ancora al 100% della condizione fisica. Bellissimo l’assist per Lautaro, gioca di sponda in occasione del raddoppio e solo la traversa gli nega la gioia del goal.

Subentrati:

Asllani: 6 

Entra a partita già chiusa e si mette in mostra per un elastico di grande livello. Promette bene.

Gosens: 6

Vuole spaccare il mondo ma, vuoi per i compagni che non lo servono, o vuoi per una condizione non ancora ottimale, non riesce ad incidere.

Gagliardini: 6+
Mezzo voto in più rispetto ai due compagni grazie al perfetto lancio che mette in porta Dzeko nell’occasione del goal del 3-0.

Dzeko: 6.5

Conferma le buone impressioni dopo Lecce. Entra con il piglio giusto e confezione un assist al bacio per Correa.

Correa: 6.5

Deve essere la stagione del riscatto per il “Tucu”. Lui entra con un buon passo e mette a segno la rete del 3-0 che chiude definitivamente il match.

 


💬 Commenti