Financial Times: "Inter in vendita, due advisor al lavoro"

Scritto da Marco Corradi  | 
Çalhanoğlu dopo il goal contro il Barcellona, fonte: Profilo Twitter Inter

L'Inter è ufficialmente in vendita. Le voci delle scorse settimane, poi smorzate con una serie di articoli poco credibili, vengono confermate dall'autorevolissimo Financial Times. Il maggior quotidiano finanziario, infatti, dedica una lunghissima analisi all'Inter e sgancia la bomba: la società nerazzurra è in vendita, due advisor si metteranno al lavoro in settimana per cercare acquirenti. 

Si tratta delle statunitensi Raine Group, che ha vestito la vendita-record del Chelsea a Todd Boehly, e  Goldman Sachs che è l'advisor di fiducia degli Zhang, secondo quanto riportano “soggetti interni alla questione”. Il FT si dedica poi ad una lunga analisi su Suning, che acquisto l'Inter durante l'età dell'oro degli investimenti cinesi nel calcio, che avevano come scopo iniziale l'ottenimento dei Mondiali 2026 e 2030 e come scopo secondario la creazione di una potenza calcistica a livello asiatico. Un doppio obiettivo fallito che ha poi visto il no del Governo agli investimenti calcistici. 

Suning, riassume il quotidiano, ha faticato quando i suoi acquirenti sono passati all'e-commerce e ha accumulato debiti che l'hanno esposta a delle problematiche nel contento cinese. Questo è risultato nella richiesta di un prestito da 275mln a Oaktree. Poi, a febbraio, Suning è stata salvata dal governo della provincia di Nanjing e da Alibaba con un intervento d'emergenza da 1.4 miliardi, che ha gettato ombre sulla continuità dell'investitore nell'Inter. Il bilancio della scorsa stagione è stato chiuso con 440mln di fatturato e 140mln di perdite, con la proprietà che ha garantito il supporto economico e finanziario e sarebbe disposta a investire 100mln per ripianare e generare liquidità. 

Ma Suning sta cercando investitori e potrebbe cedere una quota di minoranza o di maggioranza. Le parti in causa si sono rifiutate di commentare e non si conosce un'effettiva valutazione, ma questo è lo scenario prospettato dal FT, che spiega come il mercato italiano stia diventando d'interesse per gli investitori stranieri: Roma, Atalanta, Fiorentina, Spezia e Genoa sono solo alcuni dei clb controllati da proprietà americane, a cui si è aggiunto il Milan con la vendita-record a RedBird per 1.3 miliardi. Ora, potrebbe toccare all'Inter. In quella che verrebbe vissuta come un'autentica “liberazione” dalle ultime e complicate annate dell'era-Suning, tra cessioni dolorose e corsa all'attivo di mercato…

LEGGI ANCHE - Italian football club Inter Milan kicks off search for buyer 


💬 Commenti